OK!Firenze

Terremoto e alluvione in Alto Mugello - Un fondo di 400 mila euro

Firmato oggi l’accordo fra Fondazione CR Firenze, la Città Metropolitana e i sindaci dei Comuni di Marradi, Firenzuola e Palazzuolo sul Senio.

  • 213
Foto di gruppo Foto di gruppo © NN
Font +:
Stampa Commenta

Un fondo per aiutare i comuni dell’Alto Mugello colpiti nel mese di maggio da un’alluvione che ha causato oltre 450 frane che hanno isolato frazioni e centri abitati e di recente dal sisma con epicentro Marradi. Fondazione CR Firenze ha messo a disposizione dei Comuni di Marradi, Firenzuola e Palazzuolo sul Senio circa 400 mila euro, risorse che serviranno a migliorare le dotazioni strumentali della Protezione Civile, a consentire il trasporto sociale ed assistenziale e l’organizzazione di eventi socio-culturali a cura delle associazioni del Terzo settore.

La Fondazione CR Firenze, la Città Metropolitana e i sindaci dei tre Comuni del Mugello hanno firmato oggi l’accordo per l’erogazione del “Fondo Emergenza Alluvione Mugello”.

‘’Con questo intervento – dichiara il Presidente di Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori – intendiamo testimoniare la nostra concreta vicinanza alle popolazioni dei territori travolti dall’alluvione dello scorso maggio e nuovamente colpiti dal sisma delle scorse settimane. E lo facciamo sostenendo quel Terzo settore, assieme alle tante sigle e associazioni che lo rappresentano, che è da sempre uno degli ambiti che noi consideriamo prioritari. La loro attività è fondamentale e lo è, soprattutto, in queste situazioni di emergenza che ci vedono a supporto degli operatori e della comunità del Mugello nel cercare di assicurare quei servizi ancora più necessari in questa fase di grande difficoltà’’.

Dichiara il Sindaco della Città Metropolitana di Firenze Dario Nardella: "Il Mugello è un territorio sensibile che va aiutato ad affrontare le emergenze. Queste si sono manifestate a maggio con particolare forza, ma anche le scosse telluriche hanno evidenziato una certa fragilità, a cui supplire con una prevenzione attenta, un monitoraggio continuo, il potenziamento della Protezione civile che ringrazio per il grande lavoro sostenuto. Il fondo creato dalla Fondazione rafforza proprio questa prospettiva e gliene siamo grati".

"Anche questa volta la Fondazione CR Firenze - dichiara il sindaco di Palazzuolo sul Senio Philip Moschetti - ha dimostrato di essere vicina al territorio fornendo un supporto  deciso ai comuni colpiti dall'alluvione. Per la comunità di Palazzuolo sul Senio si tratta di un immediato aiuto che ci permette di mantenere la nostra vita economica e sociale ad un livello almeno vicino alla situazione pre-alluvione".

"Mi preme sottolineare la grande sensibilità della Fondazione nei confronti dei comuni più piccoli e periferici - commenta il sindaco del Comune di Firenzuola Giampaolo Buti - Sicuramente questa iniziativa aiuterà il nostro bilancio in un momento di difficoltà oggettive post alluvione. E, ancora più importante, grazie alla Fondazione non mancherà il sostegno alle tante associazioni che tengono vivo il nostro tessuto sociale".

Aggiunge il sindaco del Comune di Marradi Tommaso Triberti: "Il segnale di attenzione e vicinanza da parte della Fondazione CR Firenze è molto importante per tutti noi e in particolare per il mondo dell'associazionismo che è sempre fondamentale, ma ancor più durante le emergenze dove risponde sempre presente senza mai far mancare l'aiuto e la disponibilità necessari. In questo momento così complicato per i comuni dell'Alto Mugello si tratta quindi di un'iniziativa che dà fiducia e speranza ai nostri territori".

L’alluvione del maggio 2023 ha messo in difficoltà i tre Comuni che hanno dovuto dirottato ingenti risorse al ripristino della viabilità e si sono trovate nell’impossibilità di confermare il sostegno economico a diverse  associazioni del Terzo Settore che svolgono attività indispensabili al benessere delle comunità. Per questo la Fondazione ha deciso di mettere a disposizione un contributo per la realizzazione di iniziative a cura degli enti del Terzo Settore del territorio.

In particolare, il fondo finanzierà l’organizzazione di eventi socio-culturali che hanno un forte impatto sia culturale che economico richiamando visitatori e turisti, consentirà il trasporto sociale ed assistenziale da parte di associazioni del Terzo Settore, in un territorio che è sostanzialmente privo di presidi medico-sanitari, servirà ad acquistare generatori di energia elettrica e dispositivi di traffico dati satellitari utili alla Protezione Civile in situazioni di emergenza.

Lascia un commento
stai rispondendo a